Come integrare una piattaforma di streaming nel flusso di lavoro multimediale

 

Una piattaforma di streaming è uno strumento potente per la gestione dei video online. Ma può essere ancora più potente se integrata nei vostri prodotti, piattaforme e servizi esistenti. Un’API video è lo strumento migliore per questo scenario.

Questo articolo si concentra sull’utilizzo dell’API video di una piattaforma di streaming. In particolare, vedremo come utilizzare un’API per integrare in modo rapido e semplice le funzionalità di una piattaforma di streaming nel proprio ambiente. Vedremo come questo avviene per una serie di applicazioni video cloud, servizi e flussi di lavoro multimediali digitali.

Verrà inoltre analizzato il numero di esempi di diversi settori che hanno integrato una piattaforma di streaming tramite API video. Innanzitutto, vediamo cosa consente di fare un’API video e come.

Un’API video è un elemento chiave per l’integrazione del flusso di lavoro.

Un’API video è un linguaggio standardizzato. È possibile utilizzarlo per integrare e interagire con un servizio di streaming. Un’API consente agli sviluppatori di codificare applicazioni e servizi in modo rapido e semplice. Questi interagiscono con una piattaforma di streaming esterna. Anche se a volte le stesse cose sono possibili senza un’API, un’API fa risparmiare molto tempo e fatica (e spese).

In Dacast, la nostra API video fornisce un accesso programmatico a tutte le funzionalità della nostra piattaforma di streaming. Questo include funzioni per:

  • Streaming video in diretta
  • Caricamento e gestione di video-on-demand
  • Monetizzazione dei contenuti tramite abbonamenti, pay-per-view o pubblicità.
  • Accesso e download dei dati analitici
  • Modificare le impostazioni di sicurezza, compresa l’aggiunta di una password, per assicurarsi che solo le persone giuste accedano al video.
  • Creare e gestire pacchetti e playlist
  • Impostazione e gestione degli account dei sotto-utenti
  • Gestione delle impostazioni generali della piattaforma di streaming

Nelle prossime sezioni di questo articolo, spiegherò in dettaglio come si possono utilizzare queste funzioni. Ma prima, esaminiamo un breve esempio di codice API.

Esempi di codice API video

L’API V2 di Dacast è stata progettata specificamente per un’integrazione rapida e semplice di tutte le funzionalità della piattaforma Dacast in un’ampia gamma di applicazioni video cloud, servizi e flussi di lavoro dei media digitali. Essendo un’API RESTful JSON, è possibile accedervi facilmente da qualsiasi server adatto, utilizzando qualsiasi linguaggio di programmazione.

Vediamo alcuni esempi. Di seguito è riportato un esempio di chiamata API per attivare l’opzione di archiviazione automatica sul proprio canale live, al fine di registrarlo la prossima volta che sarà live.

piattaforma di streaming con chiamata api video per registrare il flusso in diretta

Un’altra chiamata API di seguito vi fornirà il codice promozionale che avete impostato per un video dedicato:

Questi due esempi provengono dalla sandbox della nostra documentazione API. Una volta inserita la chiave API nella barra superiore, è possibile provare a vivere ogni chiamata API direttamente sul sito web facendo clic sul pulsante “Try Live” sotto ogni chiamata API.

Le chiamate API sono strutturate in 10 sezioni principali e sono poi suddivise in sottosezioni. Ad esempio, di seguito è riportato l’elenco delle chiamate API disponibili per monetizzare un VOD:

Flussi di lavoro integrati per OTT e pubblicazione simultanea su TV e online

Come integrare una piattaforma di streaming nel flusso di lavoro multimedialeLe API sono molto apprezzate nel settore dei video OTT. OTT sta per Over The Top e si riferisce comunemente alla pubblicazione di media professionali su Internet. Il settore dei video OTT è in piena espansione. La visione di servizi video OTT in abbonamento è un’abitudine quotidiana per il 60% degli adulti negli Stati Uniti.

Alcune stazioni televisive utilizzano le API per alimentare i portali video online. Le repliche dei loro programmi possono essere visualizzate automaticamente su questi siti. Altre stazioni utilizzano le API video delle piattaforme di streaming per trasmettere direttamente i contenuti in diretta contemporaneamente alla distribuzione televisiva.

Con la transizione alla TV digitale, i contenuti vengono già codificati in formati digitali. Un’API consente di estrarre questi contenuti dai codificatori progettati per la trasmissione televisiva. Questo flusso può essere trasmesso simultaneamente a Internet per la trasmissione in diretta. In alternativa, può essere caricato per una successiva visualizzazione come video on demand.

L’intero processo può essere automatizzato, risparmiando tempo e snellendo il flusso di lavoro complessivo.

Estrazione di contenuti in app e portali personalizzati

Un altro caso d’uso per un’API video è rappresentato dai portali video personalizzati (come già detto). Un portale video è una libreria basata sul web in cui gli utenti possono navigare e selezionare i contenuti video da guardare.

Questo approccio è utilizzato in un’ampia gamma di settori, tra cui OTT, aziende, istruzione e molti altri.

Un’API video consente a qualsiasi organizzazione o azienda di creare facilmente un portale video. I contenuti possono essere estratti automaticamente dalla libreria della piattaforma di streaming. Possono essere evidenziati anche i contenuti in live streaming. È possibile visualizzare anche le playlist. E naturalmente i contenuti possono essere visualizzati nel modo migliore, dato che i vostri web designer possono creare un design personalizzato e bello che rifletta il vostro marchio. Dovrebbe anche risiedere nell’URL di vostra scelta.

Una piattaforma che esemplifica questo modello è MorningCME. Utilizzano l’API di Dacast per creare un portale video personalizzato per i loro contenuti di formazione medica continua.

Offerta di servizi di streaming come rivenditore

Come integrare una piattaforma di streaming nel flusso di lavoro multimedialeAlcune aziende utilizzano i servizi di streaming per aumentare e sostenere il proprio modello di business principale. Si tratta della cosiddetta“rivendita” di servizi di streaming.

Un esempio viene da Striv.TV. Questa azienda statunitense fornisce servizi di streaming in diretta a diverse scuole superiori del Midwest. Utilizzano Dacast come fornitore di servizi di streaming. Tuttavia, in seguito, essi riconfezionano e vendono questi servizi alle loro scuole partner. Offrono anche una serie di altri servizi, come la formazione e l’istruzione multimediale.

Striv personalizza ogni piattaforma per la specifica scuola partner con cui lavora. Striv progetta ogni piattaforma con i loghi, i colori e così via. Questo è il lavoro del team di web design. Tuttavia, il nucleo dei servizi disponibili su queste piattaforme è fornito da Dacast tramite l’API. Il codice API è alla base di ogni pulsante e funzione.

Per gli utenti che non desiderano utilizzare l’API, Dacast offre una funzione semplificata chiamata portale Partner. Grazie a questa funzione, gli utenti possono creare sottoconti per qualsiasi piano Pro, Premium o basato su eventi con più di 20 TB di larghezza di banda. È possibile programmare questi account secondari con larghezza di banda e accesso personalizzati, aggiungere un marchio personalizzato e rimuovere i riferimenti a Dacast.

Gestione del caricamento dei contenuti e del single sign-on per gli utenti aziendali

Nel mondo aziendale, il video sta vivendo una rinascita. Le aziende utilizzano le piattaforme di streaming video, lo streaming live e il video on-demand per molte cose. Questi includono:

  • Formazione
  • Demo dei prodotti
  • Feste di rilascio
  • Formazione e condivisione delle conoscenze
  • Informazioni sugli azionisti
  • Conferenze

Gli utenti aziendali si trovano spesso di fronte al dilemma delle descrizioni delle mansioni e dei privilegi degli account. I dipendenti, gli appaltatori e i partner di primo livello possono richiedere l’accesso a determinati servizi. Tuttavia, non si vuole dare a questi utenti controlli di livello amministrativo. Tra questi possono esserci informazioni sui pagamenti e altri controlli sensibili.

Dacast offre una funzione controllabile tramite API proprio per questo scenario. Si chiama accesso multilivello. Questa funzione consente di creare più account “virtuali” con livelli di accesso limitati a caratteristiche e funzioni.

Integrazione della piattaforma di streaming video per il sistema educativo

Come integrare una piattaforma di streaming nel flusso di lavoro multimedialeInfine, diamo uno sguardo a come le API video e le piattaforme di streaming vengono utilizzate nel sistema educativo. Questi usi rientrano in diverse categorie.

Ad esempio, gli educatori utilizzano il live streaming per l’apprendimento a distanza e i MOOC (Massive Open Online Courses). Gli insegnanti utilizzano anche piattaforme video online per il modello flipped classroom. La registrazione delle lezioni può essere essenziale nella classe moderna, così come possono essere importanti i video a livello amministrativo, sportivo e di marketing.

Inoltre, educatori e amministratori possono beneficiare dell’accesso API a queste funzionalità della piattaforma di streaming. I portali video organizzano i contenuti per renderli ricercabili e organizzati.

Il sistema educativo può anche sfruttare l’SSO e i sub-account. Possono essere utilizzati, ad esempio, per fornire livelli di accesso differenziati ad amministratori, professori e studenti. In una classe, ad esempio, è possibile assegnare agli studenti quantità specifiche di larghezza di banda per gestire l’utilizzo totale dei dati.

Tutti questi video didattici possono essere controllati e gestiti al meglio tramite le API della piattaforma di streaming video.

Conclusione

Le API video, come abbiamo descritto, sono uno strumento molto potente. Consentono agli utenti di integrare le piattaforme di streaming. Una serie di altri strumenti, servizi, prodotti e settori possono collegarsi alle API. Sono diventati essenziali per il business moderno.

Abbiamo trattato questo argomento in dettaglio nel nostro white paper sulla rivoluzione delle API video. Consiglio vivamente di leggere questo white paper per saperne di più sulle API video, su come funzionano e su come iniziare a usarne una.

Se volete testare la nostra API video, iniziate a iscrivervi a Dacast qui sotto (non è richiesta la carta di credito):
SÌ, ISCRIVIMI

Domande, aggiunte o riflessioni? Fateci sapere nella sezione commenti qui sotto. Ci piace ascoltare i nostri lettori e faremo del nostro meglio per rispondere a ogni commento. Per ricevere regolarmente consigli sul live streaming, non esitate a unirvi al nostro gruppo LinkedIn.

Grazie per aver letto e, come sempre, buona fortuna con i vostri live stream!

Max Wilbert

Max Wilbert is a passionate writer, live streaming practitioner, and has strong expertise in the video streaming industry.