5 motivi per utilizzare le reti di distribuzione dei contenuti quando si trasmettono video in diretta

 

Secondo il guru dell’internet marketing Neil Patel, “il live streaming è accessibile e vantaggioso per tutti, ed è ora che iniziate a usarlo”. In questo post si parlerà di reti di distribuzione dei contenuti o CDN. Le reti di distribuzione dei contenuti esistono per accelerare la distribuzione dei contenuti online e sono essenziali per i video live e lo streaming online.

In questo post analizzeremo il funzionamento delle reti di distribuzione dei contenuti. Poi, ci addentreremo nei cinque motivi per cui dovreste usare un CDN per lo streaming dal vivo. Questi motivi riguardano la latenza, la scalabilità, la sicurezza, l’esperienza dell’utente e la consegna globale.

Infine, alla fine di questo articolo, vedremo come ottenere l’accesso a potenti reti di distribuzione di contenuti per le vostre trasmissioni in diretta. Continuate a leggere per scoprire come.

Come funzionano le reti di distribuzione dei contenuti

Per capire come funzionano le reti di distribuzione dei contenuti, è necessario capire come funziona Internet. Quando si apre il browser web e si digita l’URL di un sito, la richiesta viene inoltrata via Internet al “server di origine” del sito che si sta cercando di raggiungere.

Questo server (un computer che esiste per “servire” il contenuto) invia quindi la pagina web, la foto, il video o altro contenuto richiesto. Tuttavia, questo processo può essere lento se il server è sovraccarico. Ad esempio, se migliaia o milioni di persone cercano di accedere allo stesso contenuto, il server potrebbe essere completamente sovraccarico. Anche la distanza geografica può fare la differenza. Se vi trovate a Città del Messico e il server si trova a Pechino, il caricamento del vostro sito web potrebbe richiedere un po’ di tempo.

Un CDN per lo streaming video può accelerare questo processo. Ciò avviene tramite una rete di server dislocati in tutto il mondo. Le reti di distribuzione dei contenuti funzionano mettendo dinamicamente in cache i contenuti su questi server. In questo modo, quando gli utenti richiedono un determinato flusso video, vengono collegati al server più vicino della rete CDN, invece che al server di origine.

Questo aumenta la velocità e la sicurezza e offre una serie di altri vantaggi che analizzeremo in seguito.

Cinque motivi per utilizzare un CDN di streaming video per i video dal vivo

Vediamo cinque motivi per utilizzare una Content Distribution Network per lo streaming video in diretta.

1. Riduzione della latenza

5 motivi per utilizzare le reti di distribuzione di contenuti quando si trasmettono video in direttaLa latenza si riferisce al tempo di ritardo tra un evento che si svolge nella vita reale e la sua visualizzazione sullo schermo di un utente che guarda il live stream. L’alta latenza non è un problema, fino a quando non lo diventa. Ad esempio, se il vostro pubblico sta guardando i minuti finali di una partita sportiva in diretta streaming, qualcuno gli manda un messaggio: “Peccato che abbiamo perso!”.

A causa della latenza, la loro esperienza è stata rovinata. Esistono molti altri casi d’uso in cui la latenza può essere problematica. Per questo motivo, gli streamer cercano generalmente di mantenere bassa la latenza video.

L’utilizzo di una CDN riduce la latenza. In questo modo gli utenti hanno un’esperienza migliore e i vostri flussi hanno più successo. A volte sono disponibili anche servizi speciali per ridurre ulteriormente la latenza.

2. Adattabile a qualsiasi carico di traffico

Lo streaming video richiede dati. In uno scenario di sito web tradizionale, più utenti visitano il vostro sito web, maggiore è il carico sul vostro server di live streaming. Se la potenza di elaborazione dei server è sovraccarica, il funzionamento sarà molto lento. Nel peggiore dei casi, potrebbe bloccarsi del tutto.

Un terzo di tutte le attività online è dedicato alla visione di video. È una quantità pazzesca di larghezza di banda.

Una CDN consente di scalare dinamicamente in base a carichi di qualsiasi dimensione. Distribuendo il carico su un gran numero di server, è possibile trasmettere in live streaming a un pubblico di milioni di persone senza compromettere la qualità. Se state trasmettendo eventi molto popolari o se il vostro streaming diventa virale, non fatevi cogliere impreparati.

3. Aumentare la sicurezza e la ridondanza

5 motivi per utilizzare le reti di distribuzione dei contenuti quando si trasmettono video in direttaLe aziende di sicurezza stanno misurando un aumento della pirateria, dell’hacking e di altri attacchi digitali. Molti settori diversi sono vulnerabili. Le reti di distribuzione dei contenuti offrono un’ampia gamma di vantaggi in termini di sicurezza.

In sostanza, una CDN dispone di un ampio staff dedicato al monitoraggio e alla risposta agli attacchi informatici. Lavorando con una CDN si ottiene un potente alleato, poiché è certo che questa implementa moderne tecnologie di sicurezza e crittografia. Un CDN consente inoltre di mitigare molti attacchi comuni, come il DDoS (Distributed Denial of Service).

Soprattutto, una CDN aumenta la ridondanza e riduce il carico sul punto di origine delle trasmissioni. Anche se si verifica un guasto totale a causa di attacchi a una sede, ci sono molti altri server su cui si può contare.

4. Migliore esperienza dell’utente

I video online con un tempo di avvio di appena due secondi hanno tassi di abbandono dello streaming video significativamente più elevati. Ogni secondo in più spinge un altro 6% di spettatori ad abbandonare la nave.

Ciò dimostra che è essenziale offrire agli utenti un’esperienza video di alta qualità. L’utilizzo di un CDN consente di fornire un flusso video a diversi livelli di qualità contemporaneamente. In questo modo, ogni utente può disporre di un flusso adattato al proprio dispositivo e alla propria connessione a Internet.

Per gli utenti, la qualità comprende una serie di fattori. Questi includono bitrate, risoluzione e molto altro. Un CDN consente di massimizzare la qualità e ridurre i problemi di buffering nel modo più semplice possibile.

5. Globalizzare i contenuti

Il 79% di tutto il traffico web globale dei consumatori proverrà dai video entro il 2018. Gli utenti sono ovunque nel mondo moderno. Il vostro streaming potrebbe raggiungere spettatori in sei continenti contemporaneamente. Le economie di tutto il mondo sono in piena espansione e stanno cambiando i confini entro i quali facciamo affari.

Per offrire una buona esperienza d’uso a questo pubblico globale, è necessario raggiungere tutti allo stesso modo. Farlo con server situati in una posizione centrale è essenzialmente impossibile. Un CDN, invece, è in grado di fornire contenuti a un pubblico globale utilizzando server vicini alla loro posizione.

Quando un CDN ha server situati vicino agli utenti, si parla di “Point of Presence”. La CDN Akamai, ad esempio, dispone di oltre 233.000 server in più di 130 Paesi. Questo garantisce agli utenti il massimo livello di qualità possibile.

Un CDN è la strategia migliore per raggiungere il vostro pubblico, ovunque si trovi nel mondo.

Come ottenere l’accesso a potenti reti di distribuzione di contenuti a prezzi competitivi

5 ragioni per utilizzare le reti di distribuzione dei contenuti quando si trasmettono video in direttaEsistono due modi per accedere ai servizi delle reti di distribuzione dei contenuti. Il primo è quello di iscriversi direttamente ai loro servizi. Tuttavia, per alcuni utenti questo approccio non è ideale. I contratti CDN diretti possono essere confusi e tecnicamente difficili da impostare. La determinazione dei prezzi è complessa e dipende da un’ampia gamma di fattori.

Il secondo metodo, che consigliamo, consiste nell’iscriversi a una piattaforma di streaming video che collabora con un CDN. Anche se non tutte le piattaforme di streaming video collaborano con un CDN, molte delle migliori lo fanno. Questa opzione consente di accedere a un potente CDN e a strumenti professionali completi per la trasmissione in diretta. Inoltre, i prezzi di OVP sono più semplici e la configurazione è facile.

Inoltre, un OVP fornisce un’ampia gamma di strumenti specifici per il video online e lo streaming dal vivo. Questi strumenti sono costruiti su misura per fornire funzioni di monetizzazione, analisi, playlist, API video e altro ancora.

Conclusione

Speriamo che queste informazioni vi abbiano aiutato a capire cosa sono e come funzionano le reti di distribuzione dei contenuti. I cinque motivi che abbiamo evidenziato qui sono una buona ragione per prendere in considerazione l’uso di un CDN quando si trasmettono flussi video in diretta.

Tuttavia, come abbiamo scritto, consigliamo di utilizzare una soluzione di streaming video che collabori con il miglior CDN. Noi di Dacast collaboriamo con Akamai, la più antica, la più grande e una delle più veloci reti CDN del mondo. Akamai fornisce tra il 15 e il 30% del traffico web totale del mondo. Si tratta di una quantità impressionante di dati, e loro li gestiscono bene.

Se siete interessati a provare una piattaforma di live streaming, vi consiglio di iscrivervi alla prova gratuita di Dacast. La prova gratuita dura 14 giorni e consente di accedere a quasi tutte le funzioni di Dacast. Non è necessaria la carta di credito!

Cliccate sul pulsante qui sotto per iscrivervi e provare!

SÌ, ISCRIVIMI

Domande, commenti o idee? Fateci sapere qui sotto! E per ricevere regolarmente consigli sul live streaming e offerte esclusive, non esitate a unirvi al nostro gruppo LinkedIn. Grazie per la lettura e, come sempre, in bocca al lupo per i vostri live streaming!

Max Wilbert

Max Wilbert is a passionate writer, live streaming practitioner, and has strong expertise in the video streaming industry.

-->