3 consigli per la scelta di una piattaforma di live streaming

La scelta di una piattaforma di live streaming è complessa e può essere travolgente, soprattutto se si è alle prime armi e non si è sicuri di cosa cercare.

Ci sono molti fattori diversi da considerare in una piattaforma di live streaming. Inoltre, sono disponibili decine di piattaforme di streaming diverse. Ogni piattaforma di video online ha caratteristiche diverse e un diverso ecosistema di assistenza clienti, forum, integrazioni e altro ancora.

A volte le scelte sono davvero troppe!

Con questo articolo ci proponiamo di semplificare le cose. Prima di tutto analizzeremo alcune informazioni di base, e poi parleremo di alcuni degli attuali protagonisti del mercato delle piattaforme di streaming dal vivo. In ultima analisi, però, la scelta tra le piattaforme di live streaming si riduce a tre considerazioni fondamentali. Parleremo di questi fattori più avanti nell’articolo. Innanzitutto, prepariamo la scena.

L’importanza di scegliere la giusta piattaforma di live streaming

Lo streaming in diretta è un ottimo strumento. Oggi, tutti i tipi di persone utilizzano le piattaforme di live streaming in modi innovativi e preziosi. Ecco alcuni esempi:

piattaforma di streaming live

  • Le aziende utilizzano i fornitori di streaming video per la formazione aziendale, il lancio di prodotti e le riunioni degli azionisti.
  • I governi utilizzano lo streaming per conformarsi alle leggi sulla trasparenza e sulle riunioni aperte.
  • Le università utilizzano soluzioni di streaming per trasmettere corsi online ed eventi speciali.
  • Musicisti e altri artisti utilizzano i live stream per portare gli spettacoli a un pubblico più vasto.
  • Le conferenze e le fiere utilizzano lo streaming video per la partecipazione a distanza.
  • Le squadre e i campionati sportivi utilizzano i video in diretta per ampliare la loro portata.
  • I gruppi comunitari utilizzano lo streaming per estendere l’influenza delle iniziative di base.

Questa è solo la punta dell’iceberg. Le persone escogitano sempre nuovi modi creativi per sfruttare la potenza di una piattaforma di live streaming. (Chi vuole seguire lezioni di yoga in diretta streaming? Che ne dite di contenuti live in realtà virtuale?)

La funzione segue la forma

Con un’ampia varietà di obiettivi e settori coinvolti nel live streaming, esistono numerosi fornitori di nicchia. Le chiese e le altre congregazioni religiose, ad esempio, possono avere esigenze diverse rispetto agli utenti Enterprise.

Ecco il punto: la maggior parte delle piattaforme di live streaming funziona meglio per alcuni tipi di utenti. Se non rientrate nei loro schemi, iscrivervi al loro servizio potrebbe essere un errore. Potreste pagare troppo per funzioni che non userete mai. Al contrario, potrebbero mancare gli strumenti giusti per portare a termine il lavoro. Dovete essere sicuri di scegliere la piattaforma di live streaming più adatta alle vostre esigenze aziendali.

Il mercato dei servizi di streaming

piattaforma di streaming liveEsistono decine di grandi fornitori di servizi di streaming in diretta in tutto il mondo. Oltre a questo, ci sono decine di altri rivenditori e piccole aziende che operano a livello regionale o locale. La maggior parte di questi si concentra sui mercati più piccoli.

Per quanto riguarda i grandi operatori, ognuno di essi ha un obiettivo leggermente diverso. Consideriamone alcuni in breve.



  • Livestream

     
    è una società di proprietà di Vimeo fondata nel 2007 con sede a Brooklyn, New York. I loro servizi si concentrano sul video integrato end-to-end per le grandi aziende.


  • UStream

     
    è una piattaforma di live streaming di proprietà di IBM, anch’essa fondata nel 2007 come modo per i soldati della guerra in Iraq di comunicare con le loro famiglie. UStream offre un livello gratuito supportato da pubblicità, ma IBM intende utilizzare la tecnologia per creare un’unità di servizi video cloud incentrata sulle imprese.

  • YouTube Live
     
    è un’aggiunta del 2008 al monolite video di proprietà di Google. Permette agli utenti autorizzati di trasmettere gratuitamente attraverso il portale pubblico, ma limita alcune impostazioni di trasmissione e inserisce il proprio logo su tutti i contenuti.

  • Vzaar
     
    è un host video orientato al business con sede a Londra e focalizzato sulla sicurezza dei contenuti, recentemente acquisito da Dacast. Anch’essa è stata fondata nel 2007 e inizialmente si rivolgeva ai clienti di eBay.

Oltre a queste aziende già affermate, oggi sul mercato sono presenti nuovi operatori di ogni tipo. Un esempio è Boxcast, un’azienda dell’Ohio che costruisce un box di streaming che funge da dispositivo di acquisizione e codifica video. Collegato al loro sistema, offre una configurazione “plug and play” per lo streaming in diretta.

3 consigli per la scelta di una piattaforma di live streaming:

Con questa breve storia e contesto, siamo arrivati al cuore di questo articolo. Abbiamo promesso di fornirvi tre modi semplici per aiutarvi nella scelta di una piattaforma di live streaming. Ecco i nostri consigli!

piattaforma di streaming live

#1. Considerate il CDN

CDN è l’acronimo di “Content Delivery Network”. Per spiegare come funziona, è necessario capire come funziona un sito web di base. Chiunque può creare un sito web e ospitarlo su un “server”. Quando gli utenti visitano il sito web, il server invia i dati attraverso la rete di cavi, router e switch che compongono Internet.

Questo processo può essere lento, soprattutto se il server è lontano. Ad esempio, supponiamo di trovarci a Seattle e che il server sia in Sudafrica. Stiamo parlando di 15.000 miglia di distanza. Sebbene i segnali all’interno dei cavi viaggino in modo estremamente veloce (dell’ordine di 120.000 miglia al secondo), molte cose rallentano questo processo. I cavi devono essere collegati agli hub, che trasferiscono le informazioni ad altri cavi e reti. Queste conversioni possono richiedere più tempo.

La velocità è tutto

Quando si parla di video, la velocità è importante. I file video sono di grandi dimensioni rispetto alla maggior parte dei dati che inviamo su Internet. Anche le connessioni veloci possono vacillare di fronte a file video di grandi dimensioni. Lo streaming aggrava questa situazione, poiché vogliamo inviare i dati in tempo reale. Se si perde un segmento cruciale, non è possibile riavvolgerlo: il video salta semplicemente al caricamento della sezione successiva.

Lo streaming di video direttamente da un singolo server, o anche da un numero ridotto di server, è fattibile solo quando un numero ridotto di persone guarda in un’area molto localizzata. Anche in questo caso, la costruzione di un server e la configurazione del sistema per lo streaming richiedono una grande competenza tecnica.

Le CDN offrono velocità e affidabilità

Un CDN semplifica questi problemi. Essenzialmente, una rete CDN è composta da server distribuiti in molte località e collegati tra loro. Quando si effettua lo streaming con un CDN, i dati video vengono copiati e inviati ai server di tutto il mondo. Gli spettatori che accedono al video vengono automaticamente collegati al server più vicino alla loro posizione. Tutto questo massimizza la velocità complessiva ed elimina il buffering.

piattaforma di streaming live

L’utilizzo di un CDN comporta anche altri vantaggi. In particolare, cosa succede se il vostro contenuto diventa inaspettatamente virale? Supponiamo che la partita di basket del vostro liceo si quintuplichi nel tempo, o che il Papa retwitti il link del vostro prossimo evento. Siete in grado di gestire (tecnologicamente parlando) un milione di spettatori contemporaneamente?

L’architettura distribuita di una CDN consente di condividere carichi aggiuntivi e imprevisti su molti server diversi. In questo modo si garantisce che anche se un milione di persone si sintonizza sul vostro flusso, esso continuerà a funzionare come pubblicizzato. Pertanto, è necessario assicurarsi che la piattaforma di live streaming utilizzi un CDN.

Cercate un CDN di livello 1

Classifichiamo le CDN come Tier 1 o Tier 2. Le reti Tier 1 sono definite dalla loro capacità di accedere all’intera tabella di routing Internet di una determinata regione attraverso relazioni di peering.

Questa parte è un po’ tecnica, ma essenzialmente significa che la copertura CDN Tier 1 è ampia. È anche abbastanza veloce. Consigliamo vivamente a tutti coloro che sono interessati allo streaming video di ricercare innanzitutto una piattaforma di live streaming che abbia stretto una partnership con un CDN di alto livello. Se una piattaforma di live streaming collabora con una rete di qualità inferiore, l’esperienza del cliente potrebbe essere inferiore alla media.

Un CDN altamente affidabile e fidato come Akamai garantirà a ogni utente un’esperienza ottimale.

#2. Facilità d’uso

piattaforma di streaming live

Il prossimo consiglio per semplificare la scelta è quello di cercare una piattaforma di live streaming che sia facile da usare.

Questo è fondamentale perché lo streaming è una tecnologia così complessa. Il video live si basa su una serie di parti, collegate tra loro da un complesso insieme di strumenti software e hardware, tra cui:

Ora, questi elementi sono comprensibili. Non sono un informatico e ho imparato abbastanza per diventare un esperto di streaming. Questo per dire che anche voi potete imparare i dettagli! Tuttavia, quando si inizia a utilizzare la piattaforma di live streaming, non è detto che si voglia o si debba diventare degli esperti. Ed è qui che entriamo in gioco noi.

Rendere la tecnologia invisibile

Uno dei più importanti principi del design moderno è che complessità deve essere invisibile all’utente, a meno che non voglia accedervi. Una buona piattaforma di live streaming dovrebbe seguire questo principio.

In altre parole, lo streaming dovrebbe essere abbastanza semplice da configurare e avviare in pochi minuti se si dispone dell’attrezzatura corretta. La maggior parte delle moderne piattaforme di streaming rientra in questo schema. Tuttavia, non tutti lo fanno.

Un ottimo modo per testare l’usabilità di una determinata piattaforma di live streaming è quello di approfittare della prova gratuita. Quasi tutti gli host di video in diretta hanno periodi di prova che consentono di accedere al backend e testare la creazione di un live stream senza pagare un centesimo o impegnarsi in un contratto a lungo termine. Vi consiglio vivamente di testare ogni piattaforma di live streaming inclusa nella vostra lista.

Accesso API

piattaforma di streaming livePer gli utenti con esigenze tecniche più complesse, la facilità d’uso è ancora importante. L’aspetto è diverso.

Ad esempio, alcuni host video dispongono di una cosiddetta API(Application Programming Interface) per la gestione dei contenuti video. In sostanza, un’API è un linguaggio stenografico che consente di comunicare facilmente tra un servizio e altri elementi di un sistema.

Con live streaming, un’API per la gestione dei contenuti video significa che potete creare la vostra applicazione mobile, desktop o web e integrare il vostro live streaming in questa applicazione. Se si trasmette da un ambiente di studio, è possibile integrare lo streaming in diretta con i flussi di lavoro esistenti utilizzando l’API per la gestione dei contenuti video . La sua natura basata sul codice rende facile aggiungere e integrare le varie parti del puzzle, anche se si ha poca o nessuna esperienza precedente con le piattaforme di live streaming.

Per i professionisti, l’accesso completo alle API può essere una parte fondamentale della facilità d’uso. In un precedente articolo ho scritto in modo più dettagliato come scegliere l’API giusta per il broadcaster. Per maggiori dettagli su questo argomento, potete consultare l’articolo, ma vi consigliamo vivamente di scegliere una piattaforma di live streaming basata su API.

#3. Disponibilità del supporto tecnico

piattaforma di streaming liveQuesto suggerimento riguarda anche la facilità d’uso. Il supporto tecnico è un elemento essenziale di qualsiasi piattaforma di live streaming. Come ho già detto, questo sistema è composto da molte parti funzionanti. Tutti gli elementi devono funzionare in modo armonioso affinché l’intero flusso vada bene, per voi e per tutti i vostri potenziali spettatori.

Anche dopo aver acquisito una certa esperienza, il supporto tecnico è sempre prezioso. Ad esempio, ci sono alcuni codificatori che, per ragioni troppo complesse da spiegare in questa sede, non funzionano bene con alcuni fornitori di servizi di streaming dal vivo.

A meno che non abbiate una grande esperienza in questo settore, è improbabile che siate in grado di prevedere o evitare tutti i problemi che possono sorgere. Anche se ci riuscite, è probabile che si presentino nuovi problemi. È molto utile poter sfruttare immediatamente la disponibilità di un team di esperti.

Assistenza 24/7

Molte piattaforme di live streaming offrono un supporto tecnico limitato. Spesso è accessibile solo via e-mail o tramite un forum di supporto. I ticket inviati in questo modo possono richiedere giorni per essere risolti. Durante un evento live, anche un minuto di streaming offline può sembrare un’eternità. Per ogni secondo in più di buffering, perderete una parte del vostro pubblico.

Ecco perché l’assistenza telefonica o via chat 24/7 è così importante quando si tratta di live-streaming. La possibilità di telefonare e parlare con un vero essere umano è fondamentale.

Inoltre, vi consiglio di cercare una piattaforma di live streaming che non affidi l’assistenza tecnica a subappaltatori. In questo modo, potrete essere certi di avere a disposizione un vero esperto del prodotto che state utilizzando. Questo dovrebbe ridurre al minimo il tempo trascorso al telefono prima di trovare una soluzione.

piattaforma di streaming liveL’assistenza 24 ore su 24 e 7 giorni su 7 è particolarmente importante perché gli eventi dal vivo possono verificarsi a tutte le ore del giorno. Le tempistiche cambiano a seconda della posizione dell’host di streaming. La metà della vostra giornata lavorativa potrebbe essere il cuore della notte per il vostro ospite. E se state trasmettendo un concerto a mezzanotte o un evento religioso alle 8 di domenica mattina? Avete bisogno della tranquillità offerta dalla garanzia di poter prendere la linea in qualsiasi momento e parlare con un esperto.

Conclusione

La scelta di una piattaforma di live streaming può essere un processo difficile e impegnativo. Ci sono molti fattori da considerare. Spero che questo articolo vi abbia semplificato il processo e che, considerando questi tre elementi, possiate fare una scelta consapevole.

Come minimo, dovreste essere in grado di restringere la scelta delle soluzioni di live streaming a un numero gestibile. Da questo pool ridotto, è possibile prendere una decisione più ponderata esaminando le caratteristiche specifiche sopra descritte.

Cosa ne pensate? Avete qualche consiglio da dare a chi sta cercando di scegliere la piattaforma di streaming giusta? Ci piace ascoltare i nostri lettori, quindi sentitevi liberi di “parlare” nella sezione commenti qui sotto. Come sempre, grazie per aver letto e buon streaming!

Max Wilbert

Max Wilbert is a passionate writer, live streaming practitioner, and has strong expertise in the video streaming industry.