Capire i valori FPS comuni: La guida avanzata ai frame rate video [2023 Update]

Senza dubbio,streaming video in diretta online e lo streaming di contenuti video online sono più popolari che mai.Oltre l’85% di tutti gli utenti di Internet solo negli Stati Uniti gli utenti guardano mensilmente contenuti video online. Secondo HubSpot, Il 91% delle aziende utilizza regolarmente i video come strumento di marketing – un massimo storico. Le aziende, le emittenti e gli aspiranti individui che non creano contenuti potrebbero perdere molte opportunità e trazioni.

La domanda di video continua a crescere ed è un fantastico strumento video che rimarrà attraente e redditizio per le aziende. Ma molte emittenti sono intimorite dal gergo del settore video, come FPS video, frame rate multipli, risoluzione dell’immagine e così via. Tuttavia, il gergo tecnico non deve ostacolare i vostri progressi tecnici. Con la guida, è possibile comprendere meglio il l’importanza dei valori FPS e come implementare al meglio video di alta qualità per migliorare il vostro business online.

In questo articolo approfondiremo la comprensione dei valori FPS comuni. Vi guideremo su come utilizzare correttamente i valori FPS comuni per migliorare i vostri contenuti e creare video dall’aspetto professionale che ispirino il vostro pubblico e si riproducano senza problemi sui loro schermi. Utilizzando tabelle di facile lettura, vi daremo consigli da esperti su impostazioni video, bitrate e altro ancora.

Che cos’è il frame rate?

Che cos'è la frequenza dei fotogrammi

Che cos’è il frame rate?

Il video è una serie di immagini fisse che, se viste in ordine a una certa velocità, danno l’impressione del movimento. La frequenza dei fotogrammi si riferisce al numero di singoli fotogrammi o immagini visualizzati al secondo di un film o di un video.

La frequenza dei fotogrammi è la velocità di visualizzazione delle immagini. Ogni immagine rappresenta un fotogramma. Per creare la percezione del movimento, il cervello aggiunge o riempie automaticamente le informazioni mancanti. Questa velocità induce il cervello a pensare che il video venga riprodotto in un unico movimento fluido.

Che cos’è (FPS) Frames per Second?

I fotogrammi al secondo (FPS) misurano il modo in cui viene visualizzato il video in movimento. Per il modo in cui il nostro cervello aggiunge le informazioni mancanti per creare il movimento, più alti sono gli FPS, più fluido appare il movimento davanti agli occhi. Ad esempio, se un video viene acquisito e riprodotto a 24 fotogrammi al secondo, significa che ogni secondo del video mostra 24 immagini fisse distinte.

In generale, l’FPS minimo necessario per evitare movimenti a scatti è di 30 fotogrammi al secondo. Per i contenuti ad alta risoluzione si parla di circa 60 fotogrammi al secondo. Ma per saperne di più sulla selezione dell’FPS corretto per i video tra i valori FPS comuni, si veda più avanti.

Perché la frequenza dei fotogrammi è importante?

Negli ultimi anni la realizzazione di video è stata notevolmente semplificata grazie alle innovazioni apportate alle apparecchiature di registrazione video e ai software per il montaggio e gli effetti speciali. Questo aumenta l’importanza di comprendere la frequenza dei fotogrammi prima di girare un video, soprattutto quando si tratta di produrre contenuti aziendali di alta qualità. La frequenza dei fotogrammi influisce notevolmente sullo stile e sull’esperienza di visione di un video.

Quando si considera il frame rate migliore per i propri contenuti, si sceglie tra quanto realistico si vuole che il video appaia o se si intende utilizzare o meno tecniche o effetti diversi come il rallentatore o le transizioni.

Qual è la migliore frequenza dei fotogrammi per lo streaming video in diretta?

La migliore frequenza di fotogrammi per lo streaming in diretta

La migliore frequenza di fotogrammi per lo streaming in diretta dovrebbe essere di almeno 30 fps per i video in diretta. I valori FPS comuni sono uno degli aspetti tecnici più critici dello streaming online, ma non sono importanti quanto la qualità video.
La Società degli ingegneri del cinema e della televisione (SMPTE)
ha standardizzato le frequenze dei fotogrammi in TV e nei film, ma le frequenze dei fotogrammi nei contenuti video non sono state standardizzate. Le frequenze dei fotogrammi sono utilizzate nelle fotocamere digitali utilizzate su dispositivi DSLR, mirrorless e smartphone.

Indicano la qualità della telecamera durante l’acquisizione di video. Le fotocamere hanno una frequenza di fotogrammi di base, che è necessario controllare nelle impostazioni prima di iniziare a catturare i contenuti. È possibile trovare esempi di frame rate anche nelle impostazioni del proprio codificatore video

La produzione di video è molto varia, quindi non esiste una sola frequenza di fotogrammi migliore per i video in sé. Ogni esempio di frame rate ha un uso specifico. La migliore frequenza dei fotogrammi per il vostro video dipenderà quindi dalla vostra nicchia, dalle impostazioni del video e dall’atmosfera generale che desiderate per il vostro contenuto. Ecco alcuni casi d’uso per i valori FPS più comuni utilizzati nell’industria video:

  • 24 fotogrammi al secondo è lo standard industriale per i video sul web, per la maggior parte della TV e per i film,
  • I 30 fotogrammi al secondo sono utilizzati soprattutto per la TV in diretta, come i notiziari, i concerti, lo sport e le soap opera. Questi sei fotogrammi al secondo in più danno una sensazione di video molto più fluida, ideale per i video meno cinematografici.
  • 60fps e 120fps sono utilizzati per la registrazione di video da riprodurre al rallentatore.

Per capire quale sia la migliore frequenza dei fotogrammi per i vostri video, dovrete determinare il tipo di contenuto che intendete creare. Il contenuto deve essere codificati e caricati con lo stesso frame rate con cui è stato registrato quando viene caricato su una piattaforma di hosting come Dacast.

Frame rate più elevati significano migliore qualità?

Una frequenza di fotogrammi più elevata non significa necessariamente una qualità migliore. Come abbiamo detto in precedenza, ogni esempio di frame rate ha uno scopo specifico. Il più alto fotogrammi al secondo, più lento sarà lo slow motion.

Ad esempio, i video registrati a 120 fps possono essere rallentati a una velocità di 24 fotogrammi, creando così un effetto rallentatore omogeneo. L’idea che i video a risoluzione più elevata siano più belli con esempi di frame rate più elevati dipende dalle capacità del display. Un display OLED con 60-120 fotogrammi al secondo mostrerà il contenuto molto meglio rispetto a un LCD a 24-30 fps.

Alcune fotocamere possono essere in grado di filmare a 120 fotogrammi al secondo; possono filmare solo a 720 pixel invece che a 1080. Quindi, più alto è il frame rate, più alto è il costo del qualità video  .

I consumatori hanno una bassa tolleranza per i flussi e la qualità video scadenti. Per molti, 90 secondi è il massimo che tollerano quando si tratta di contenuti di bassa qualità. Se dopo 90 secondi il video è ancora di bassa qualità, cercheranno un altro video.

Qual è la differenza tra Valori FPS comuni: 24fps, 30fps e 60fps?

streaming fps

I valori FPS più valori FPS più comuni nei video sono 24, 30 e 60 fps. Dal momento che ci sono tre frequenze di fotogrammi principali da considerare per il caricamento contenuti video aziendali online e spieghiamo ciascuno di essi.

In questo modo è possibile garantire che l’encoder, la videocamera e altre apparecchiature per lo streaming dal vivo  prima di premere il tasto “Registra”.

24 fps

Questo frame rate è quello utilizzato dalla maggior parte dei in Hollywood. Fa sembrare i contenuti video più cinematografici. Sebbene una persona comune non sia in grado di distinguere tra questa frequenza di fotogrammi e una più elevata, la maggior parte dei professionisti video maker può.

Uno dei principali svantaggi delle riprese a 24 fps è che, se rallentate, possono sembrare poco professionali. Se un’emittente ha intenzione di riprendere il filmato per rallentarlo in post-produzione, consigliamo sempre di riprendere con un frame rate più alto.

30 fps

Molte telecamere moderne possono riprendere contenuti video a 30 fotogrammi al secondo. Tradizionalmente, questo è il La migliore frequenza di fotogrammi per lo streaming in diretta (fps live) per i contenuti video televisivi negli USA. Poiché la fotocamera cattura più immagini fisse al secondo rispetto alle riprese a 24 fps, è ideale per lo sport e altri video in rapido movimento.

Se avete acquistato la vostra videocamera tra il 2000 e il 2010, probabilmente probabilmente avrà solo l’opzione di filmare a 30 fps per lo streaming live fps.

60 fps

I 60 fotogrammi al secondo è quasi equivalente è quasi equivalente a 50 fotogrammi al secondo. Se la videocamera con cui si intende creare contenuti video è stata prodotta negli Stati Uniti, probabilmente offrirà la possibilità di filmare a 60 fps piuttosto che a 50. Alcune fotocamere hanno la possibilità di riprendere in entrambi i modi.

Questo FPS per video live è un frame rate elevato utilizzato principalmente per lo slo-mo. In genere viene registrato un video a 60 fps e viene poi rallentata a 24 o 30 fps post-produzione. Ciò consente di ottenere un rallentatore fluido in fase di post-produzione.

Qualsiasi frequenza di fotogrammi superiore a 60 fotogrammi al secondo è considerato un frame rate ad alta velocità. Alcune fotocamere di tipo professionale raggiungono una velocità di 1.000 fotogrammi al secondo. Potreste aver visto esempi video come un proiettile che va al rallentatore o un palloncino d’acqua che scoppia.

Cosa è meglio: 24fps, 30fps o 60fps?

Dopo aver imparato le differenze tra i più comuni comune valore FPSsvi starete chiedendo quale sia il frame rate migliore per lo streaming live fps: 24fps, 30fps o 60fps?

Tutti e tre i comuni fotogrammi al secondo Le tariffe hanno un posto nel mondo digitale di oggi. Non c’è una risposta univoca a quale sia meglio, 24fps o 60fps, o meglio, tra 30fps o 60fps. La scelta della frequenza dei fotogrammi dipende dalla videocamera, dal impostazioni dell’encoder, la post-produzione, il tipo di contenuto che state creando e il luogo in cui lo ospiterete. Le riprese a 24 o 30 fps dovrebbero garantire le migliori prestazioni e qualità della fotocamera.

Come scegliere il migliore Valori comuni di FPS e Frame Rate per lo streaming video

I migliori fps per lo streaming

Poiché la velocità FPS in diretta viene scelta in base a ciò che si sta riprendendo, ecco i migliori casi d’uso per frame di streaming tasso:

24 fps

  • Se qualcuno sta parlando
  • Paesaggi
  • Video in cui è necessario ottenere dettagli e texture
  • Video HD
  • Recensioni
  • Podcast
  • La maggior parte dei live-stream

30 fps

  • Può essere utilizzato così com’è e può essere rallentato a 24fps
  • Sport e altri contenuti in rapida evoluzione
  • Programmi televisivi e vlog
  • Video HD
  • Riprese cinematografiche
  • Scatti d’azione
  • Scatti che richiedono l’acquisizione di dettagli extra

50 fps

  • Questa è la velocità di campo interlacciato del PAL. Alcune telecamere HD 1080i registrano a questa frequenza di fotogrammi
  • Video HD
  • Giochi ad alta velocità
  • Recensioni e giochi d’azzardo

59,94 fps

  • Telecamere HD può registrare a questa frequenza di fotogrammi. Anche se a volte si parla di 60fps, è meglio usare 59,94 a meno che non si intenda 60fps.
  • Compatibile con video NTSC

60 fps

  • Quando il soggetto ha bisogno di un aspetto più aggraziato
  • Aggiunge emozioni allo scatto
  • Ottimo per rallentare le riprese video durante gli eventi sportivi
  • Può essere rallentato fino a raggiungere la perfetta capacità di rallentamento.
  • Video HD
  • Contenuti veloci
  • Contenuto dell’azione

Quando si conosce il tipo di contenuto che si intende riprendere, bisogna assicurarsi che le impostazioni della videocamera siano corrette e che lo sia anche il codificatore video. Una volta che questi sono stati impostati nel modo corretto frame rate dello streaming si è scelto il frame rate migliore velocità di trasmissione per il vostror video.

Se tutto questo vi sembra ancora confuso, provate a usare un valore di FPS più basso per assicurarvi che il vostro live-stream venga riprodotto senza lag per i vostri spettatori. A meno che un requisito specifico non richieda un FPS più elevato, evitatelo. Per le emittenti alle prime armi, un semplice regola empirica da tenere a mente è:

Si può andare avanti con FPS più bassi (che ridurrebbero anche la quantità di larghezza di banda utilizzata) se si sta trasmettendo in streaming scontenuti a basso movimento. Probabilmente sarà necessario un FPS più alto per rendere il movimento più fluido se il movimento è intenso.

Frame rate e FPS per lo streaming in diretta

streaming live fps

Quando si tratta di video frequenza dei fotogrammis per i video in diretta (FPS live) ci sono molti fattori da considerare. Supponiamo di essere un’azienda interessata a contenuti video in live streaming ai vostri dipendenti o alla vostra clientela. In questo caso, dovrete conoscere le impostazioni che creano il prodotto video meglio rifinito.

La maggior parte piattaforme di streaming online tornerà a 60fps. Come minimo, dovreste cercare di trasmettere contenuti video ad almeno 30fps.

Come per la risoluzione video le frequenze dei fotogrammi influiscono sulla larghezza di banda requisiti. I contenuti video con una frequenza di fotogrammi più alta hanno più dati da trasmettere rispetto a quelli con una frequenza di fotogrammi più bassa.

Altri motivi per cui gli FPS in diretta streaming in diretta nello streaming video sono importanti

  • Quando il live stream riguarda qualcosa di veloce, come lo stream di un evento sportivo o di un concerto, uno stream con un numero maggiore di fotogrammi al secondo produrrà video migliori. Il movimento veloce dell’evento può essere catturato usando più fotogrammi al secondo.
  • Per i live stream in cui l’evento non ha un ritmo elevato, come ad esempio contenuti didattici, tutorial, funzioni religiose un servizio religioso o una riunione governativa, in genere non è necessaria una frequenza di fotogrammi elevata, poiché la maggior parte del movimento può essere catturata adeguatamente anche da una frequenza di fotogrammi inferiore.

I frame rate più elevati stanno diventando la nuova norma, grazie all’aumento della larghezza di banda larghezza di banda video raggiunge un maggior numero di dispositivi di visualizzazione. Ciò significa che, finché non diventerà la norma, è fondamentale prestare attenzione a tutte le impostazioni dei dispositivi e degli encoder per assicurarsi che vengano scelti i tassi FPS live corretti.

Streaming Frame Velocità di trasmissione e codificatori

Secondo HubSpot, i video online sono stati formato mediatico numero uno nel 2020. Mentre la tecnologia video continua a progredire, la qualità delle immagini catturate non è mai stata migliore. Ma anche le dimensioni dei file sono cresciute in modo esponenziale. Questo porta alla luce i vari tipi di codificatori video live.

Gli encoder sono hardware o software che porta il video grezzo e lo converte in un formato e in una dimensione digitale che diventa compatibile con i lettori e i dispositivi online. Esistono due tipi di encoder: gli encoder software e gli encoder hardware. Discutiamo le differenze.

Encoder software

  • Programmi di conversione video eseguiti su computer
  • Disporre di un’interfaccia grafica per gestire il processo di conversione
  • Consente il controllo di elementi quali  bitrate video   e qualità del flusso
  • Basso costo e facilità d’uso

Encoder hardware

  • Dispositivi autonomi e dedicati che non richiedono un computer per essere utilizzati.
  • L’unico scopo è quello di codificare il video grezzo in dati di streaming.
  • Piccola e portatile, ma può essere allestita anche come grande apparecchio permanente.
  • Includere componenti interni specializzati che non snare risorse risorse con altri processi

Per caricare i contenuti, è necessario codificare il video in modo da adattarlo alle esigenze della piattaforma dipiattaforma di hosting video.

Impostazioni consigliate del Live Encoder

codificatore h.264

In Dacast, utilizziamo il protocollo di messaggistica in tempo reale perIngresso RTMP di flussi in diretta. La piattaforma transcodifica il contenuto video in diretta nella Protocollo di streaming HLS. Infine, i contenuti in streaming raggiungono i vostri spettatori tramite CDN di alto livello.

La maggior parte dei live flusso fotogrammi dal codificatore alla piattaforma piattaforma video online in formato RTMP. Poi la piattaforma transcodifica il video in HLS. Codificatori RTMP sono tutti configurati nello stesso modo di base. Per garantire che il vostro live stream sia stabile e perfettamente funzionante, se avete in programma di streaming in diretta il contenuto video che state creando, dovrete configurare l’encoder per utilizzare le impostazioni riportate di seguito.

Innanzitutto, assicuratevi di aver seguito tutte le indicazioni della sezione Impostazioni comuni. Selezionate quindi la soluzione più appropriata bitrate e risoluzione a seconda delle esigenze) e configurare tutte le impostazioni esattamente per quella dimensione.

Impostazioni comuni:

Le seguenti impostazioni sono consigliate per ottenere un FPS ottimale per lo streaming live, indipendentemente dalla risoluzione e dal bitrate selezionati. risoluzione e bitrate selezionati:

CODEC VIDEO
H.264 (X.264 può funzionare)
TASSO DI TELAIO25 o 30
INTERVALLO DI KEYFRAME
2 secondi (o frequenza fotogrammi 2x)
SCANSIONEProgressivo
BITRATE DI CODIFICACostante (CBR)
CODEC AUDIOAAC
BITRATO AUDIO128 kbps
CANALI AUDIO2 (stereo)
FREQUENZA DI CAMPIONAMENTO AUDIO48 kHz (48.000 Hz)

Impostazioni di risoluzione e bitrate:

Selezionare una delle seguenti configurazioni e assicurarsi che l’encoder sia impostato con queste esatte impostazioni per uno streaming live ottimale:

ULDLDSDHDFHD
NomeDefinizione ultrabassaBassa definizioneDefinizione standardAlta definizioneAlta definizione completa
Bitrate video (kbps)350350 – 800800 – 12001200 – 19001900 – 4500
Risoluzione Larghezza (px)42664085412801920
Risoluzione Altezza (px)2403604807201080
H.264 ProfiloPrincipalePrincipaleAltoAltoAlto

Codec video e audio:

  • Il profilo di codec video consigliato per H.264 è Alto. Si può anche vedere un’opzione X.264; si tratta semplicemente di un’altra implementazione dello stesso protocollo. È possibile utilizzare entrambi.

Bitrate audio:

ULDLDSDHDFHD
NomeDefinizione ultrabassaBassa definizioneDefinizione standardAlta definizioneAlta definizione completa
Bitrate video (kbps)350350 – 800800 – 12001200 – 19001900 – 4500
Bitrate audio (kbps)6464128256256

Raccomandazione sul bitrate:

  • Si consiglia una definizione standard o bassa (480p/360p) sotto i 1000kpbs (bit-rate audio e video inclusi in base alla tabella precedente).

Fotogrammi al secondo (FPS):

  • In poche parole, la maggior parte degli utenti dovrebbe generalmente impostare i fotogrammi al secondo (fps) a 30. Per gli abitanti di alcune regioni del mondo, invece, i 25 fotogrammi al secondo sono lo standard. Tuttavia, 30 fps
    funzionerà
    funziona ovunque.

Collegamento alla piattaforma video online:

piattaforma video online

In genere, ciò richiede la raccolta di alcune informazioni. Con Dacast, queste informazioni necessarie includono

  • Nome del flusso
  • URL del flusso
  • Codice di accesso (unico per ogni flusso)
  • Password di accesso

Ogni piattaforma è diversa e richiede impostazioni diverse. Queste sono le impostazioni corrette per Dacast. A Dacast, crediamo nella semplificazione dello streaming live e della creazione di contenuti video. Ed è per questo che offriamo facile da usare soluzioni di streaming per le aziende. Anche se la vostra forza lavoro o la vostra conoscenza degli aspetti tecnici delle registrazioni video e dello streaming sono limitate, potete fare entrambe le cose con successo grazie a Dacast.

La piattaforma offre tutto, dal hosting video a paywall e monetizzazione avanzata capacità. La nostra soluzione video online si basa sulle più grandi e potenti Content Delivery Network del mondo. Indipendentemente dalla posizione geografica in cui i vostri spettatori desiderano trasmettere i vostri contenuti, questi verranno riprodotti in modo fluido e senza intoppi.

Possiamo aiutarvi a trasmettere contenuti video in live streaming o a ospitare i contenuti video per Video su richiesta (VOD) . Lasciate che i vostri utenti finali trovino i vostri video quando ne hanno bisogno, mentre voi vi rilassate, sapendo che la frequenza dei fotogrammi è corretta e che i vostri contenuti video avranno un aspetto eccellente quando cliccheranno su play.

Vantaggi dei frame rate elevati (ad esempio, 60 fps):

  1. Movimento fluido: L’elevata velocità dei fotogrammi si traduce in un movimento eccezionalmente fluido, che li rende ideali per le scene d’azione o le trasmissioni sportive dal ritmo incalzante.
  2. Realismo migliorato: frequenze di fotogrammi più elevate possono creare un’esperienza visiva più realistica e realistica, riducendo la sfocatura del movimento e il tremolio.
  3. Slow Motion: I filmati girati ad alta frequenza di fotogrammi possono essere facilmente rallentati in fase di post-produzione per ottenere un effetto rallentatore omogeneo, aggiungendo valore cinematografico.
  4. Riduzione del judder: l’ elevata velocità dei fotogrammi riduce il juddering o lo stuttering, offrendo un’esperienza di visione fluida e coinvolgente.
  5. Ideale per i videogiochi: un frame rate elevato è essenziale nei videogiochi per garantire un gioco reattivo e fluido, riducendo l’input lag.

Svantaggi dei frame rate elevati (ad esempio, 60 fps):

  1. Dimensioni dei file: i video ad alta frequenza di fotogrammi hanno in genere dimensioni maggiori a causa della maggiore quantità di dati al secondo, che richiedono più spazio di archiviazione.
  2. Compatibilità: Non tutti i dispositivi e le piattaforme supportano frame rate elevati, limitando potenzialmente l’accesso del pubblico ai contenuti.
  3. Aspetto innaturale: Alcuni spettatori ritengono che i video girati a frequenze di fotogrammi molto elevate (ad esempio, 120 fps o superiori) abbiano un aspetto innaturale, quasi iperrealistico, che potrebbe non essere adatto a tutti i contenuti.

Vantaggi dei frame rate più bassi (ad esempio, 24 fps):

  1. Estetica cinematografica: I frame rate più bassi, come i 24 fps, sono stati uno standard nella cinematografia per decenni, dando ai contenuti un aspetto cinematografico tradizionale.
  2. Riduzione dello spazio di archiviazione: Una frequenza di fotogrammi più bassa si traduce in file di dimensioni ridotte, più facili da gestire e archiviare.
  3. Ideale per i contenuti narrativi: I 24 fps si adattano bene alla narrazione e ai contenuti narrativi, offrendo un ritmo più artistico e deliberato.

Svantaggi dei frame rate più bassi (ad esempio, 24 fps):

  1. Sfocatura del movimento: le frequenze dei fotogrammi più basse possono presentare una sfocatura del movimento più evidente nelle scene di azione rapida, riducendo potenzialmente la qualità del video.
  2. Incompatibilità con l’High Motion: Potrebbero non essere adatti per i contenuti in rapido movimento, come gli sport, in quanto potrebbero risultare in immagini spezzettate o meno fluide.
  3. Non ideale per il gioco: Una frequenza di fotogrammi inferiore nei giochi può portare a un ritardo di input e a un’esperienza di gioco meno reattiva.

In sintesi, la scelta tra frame rate alto e basso dipende dai contenuti e dagli obiettivi specifici. Le frequenze fotogrammi elevate offrono un movimento più fluido e un maggiore realismo, ma possono comportare file di dimensioni maggiori e potrebbero non essere supportate universalmente. I frame rate più bassi offrono un aspetto cinematografico e file di dimensioni ridotte, rendendoli adatti ai contenuti narrativi ma meno ideali per le scene di azione rapida. La decisione deve essere in linea con lo stile previsto per i contenuti e con le preferenze del pubblico di riferimento.

 

Pensieri finali

Imparare le basi del frame rate per i contenuti video online può migliorare la vostra produzione. Da streaming di eventi sportivionline all’hosting di video di formazione per i vostri dipendenti, avere una base di conoscenza aiuterà la vostra azienda ad avere successo.

Insieme a questo articolo, la base di conoscenze Dacast per lo streaming live e l’hosting offre una moltitudine di consigli di esperti. In questo modo, potrete accrescere le vostre capacità di creatori di contenuti video.

Sapevate che Dacast è una piattaforma e soluzione professionale utilizzato dalle aziende di tutto il mondo per aiutarle a realizzare incredibili contenuti video? Che si tratti di live streaming, video hosting o creazione di una libreria di contenuti, Dacast può aiutarvi.

È possibile provare Dacast in modo completamente gratuito per 14 giorni interi. Iscrivetevi oggi stesso e provate la piattaforma di Dacast, ricca di funzioni e facile da usare.

Iniziare gratuitamente

Avete domande o feedback su frame rate e codificatori video? Inviate un messaggio al nostro team di assistenza tecnica, attivo 24 ore su 24 e 7 giorni su 7, e vi risponderemo. Per ricevere regolarmente consigli e offerte esclusive, potete iscrivervi al nostro sito Gruppo LinkedIn.

Emily Krings

Emily is a strategic content writer and story teller. She specializes in helping businesses create blog content that connects with their audience.